English 
 

Alcune domande frequenti

A chi appartiene il Cimitero?

Il Cimitero Acattolico è privato. La sua gestione è demandata ad una associazione formata da 14 Ambasciate in Roma che hanno sepolture dei connazionali nel cimitero. Esse sono Australia, Canada, Danimarca, Germania, Finlandia, Grecia, Paesi Bassi, Norvegia, Russia, Sud Africa, Svezia, Svizzera, Regno Unito e U.S.A.

Come si regge finanziariamente?

Il Cimitero si autofinanzia totalmente attraverso le tariffe per le concessioni del terreno per le tumulazioni, e i pagamenti annuali relativi alla manutenzione delle tombe. Può anche contare su donazioni pubbliche e private così da garantire i lavori di conservazione e manutenzione.

Come posso contribuire?

E’ richiesto un contributo di almeno 3,00 € per ogni visitatore. Si può anche diventare un Amico del Cimitero. Il prospetto informativo su come diventare membro è disponibile presso il Centro Visitatori. Si può dare un contributo tramite PayPal.

Sto cercando una specifica tomba. C’è una lista completa?

Si, consultando il database delle sepolture [LINK sotto Le nostre tombe/database]. Se state visitando il Cimitero, lo stesso database è disponibile presso il Centro Visitatori (si può chiedere aiuto al personale all’interno). Nel caso abbiate ulteriori domande, potete inviarci una e-mail.

E’ ancora possibile essere sepolti nel Cimitero?

Sì, il Cimitero è ancora attivo e le sepolture sono permesse sia nelle esistenti tombe di famiglia sia nei nuovi loculi per urne cinerarie. [Chi può essere sepolto nel Cimitero Acattolico a Roma?]  Per ulteriori informazioni occorre contattare la Direzione.
This e-mail address is being protected from spam bots, you need JavaScript enabled to view it This e-mail address is being protected from spam bots, you need JavaScript enabled to view it

Come mai ci sono così tanti nomi italiani sulle tombe del Cimitero?

Un italiano o un cattolico può essere sepolto nel cimitero se esso è partner, coniuge o figlio di una persona straniera già sepolta nel cimitero.

Quale fu la prima sepoltura fatta nel Cimitero?  

La più antica sepoltura qui fatta di cui si ha conoscenza risale al 1716 [LINK alla Newsletter 21].  La tomba più antica e di cui si sono trovate tracce è quella di George Langton che morì nel 1738, mentre il più antico monumento in pietra appartiene a George Werpup, morto nel 1765. Nella Parte Antica si possono visitare parecchie tombe che risalgono alla fine del 18° e all’inizio del 19° secolo.

E’ permesso filmare e/o fare fotografie all’interno del Cimitero?

Si, solo per fini privati. Per film commerciali, spot etc deve essere richiesta l’autorizzazione all’Amministrazione che darà il benestare e fornirà il compenso da pagare.

E’ possibile entrare nella Piramide dal cimitero?

No, l’entrata è da Piazzale Ostiense. La Piramide è aperta occasionalmente per visite guidate ma occorre prenotare telefonando a PIERRECI 0639967700.

Chi cura i gatti che stanno intorno alla Piramide? Come posso aiutarli?

I gatti hanno il loro website in italiano, inglese e tedesco (www.igattidellapiramide.it) Puoi diventare un volontario e/o contribuire in denaro. Una colonia di gatti esisteva qui fin dal 1850.

Per ulteriori informazioni scrivere a This e-mail address is being protected from spam bots, you need JavaScript enabled to view it This e-mail address is being protected from spam bots, you need JavaScript enabled to view it

Chi può essere sepolto nel Cimitero Acattolico a Roma?

Lo scopo di questo testo è far meglio conoscere tutte le attività relative alla sepoltura e alla commemorazione dei defunti che sono ancora attive ed in essere al giorno d’oggi (nuove tombe possono essere concesse solo per urne cinerarie).

Le informazioni qui fornite si basano su spiegazioni contenute in due documenti ufficiali: lo Statuto del Cimitero Acattolico di Roma ( rivisto nel giugno 2008) e il Regolamento del Cimitero (rivisto nel 2009). Nel caso di problemi di interpretazione, questi due documenti hanno una valenza superiore al testo sotto riportato.

   1.  Chi può essere seppellito nel cimitero?

1.1   Si può essere seppelliti nel Cimitero se (a) si è cittadini di una delle seguenti nazioni: Australia, Canada, Danimarca, Finlandia, Germania, Grecia, Norvegia, Paesi Bassi, Regno Unito, Russia, Stati Uniti d’America, Sudafrica, Svezia, Svizzera se (b) non si è di religione cattolica e (c) al momento del decesso si è effettivamente residenti in Italia.

1.2   Se si è cittadini di un altro stato, non di fede Cattolica e al momento del decesso si è effettivamente residenti in Italia, si può essere seppelliti nel Cimitero, dietro approvazione del Presidente dell’Assemblea degli Ambasciatori.

1.3   Se si è cittadino Italiano o di fede Cattolica e si è coniuge o madre/padre o figlio/a di una persona di cui ai punti 1.1 e 1.2 sopra citati si può - dietro approvazione del Presidente - essere seppelliti nel Cimitero ma solo nella stessa tomba della persona già sepolta e solo se c’è spazio disponibile.

1.4   I diritti riguardanti i coniugi (vedi punto 1.3) possono applicarsi anche al compagno/a di fatto del defunto, se si può documentare una convivenza di almeno cinque anni.

1.5   Se il coniuge è Italiano o Cattolico e sopravvive ma si risposa, perde il diritto di essere seppellito nella stessa tomba (lo stesso dicasi per il compagno/a di fatto, vedi punto 1.4).

    2. Si può prenotare in precedenza la sepoltura?

2.1  Si può richiedere una concessione per la sepoltura nel Cimitero prima della morte ma solo se si hanno i requisiti previsti al punto 1.1, se si hanno più di 75 anni o si è allo stadio terminale di un male incurabile (è necessario fornire documentazione medica).

2.2   Se ci si è procurati una pre-concessione di cui al punto 2.1, questa viene revocata in caso di conversione alla fede Cattolica o se viene meno la cittadinanza non italiana.

Per maggiori dettagli e per informazioni sulle altre forme di commemorazione dei defunti disponibili nel cimitero si prega di contattare This e-mail address is being protected from spam bots, you need JavaScript enabled to view it This e-mail address is being protected from spam bots, you need JavaScript enabled to view it o telefonare al 06 5741900.